venerdì 21 gennaio 2011

Cosa bolle in pentola?

Siamo ormai giunti al terzo appuntamento della rubrica "Cosa bolle in pentola?".

Oggi vi parlo di un alimento, i Ciccioli, che a Napoli troviamo ed usiamo molto comunemente in cucina, mi sono invece resa conto che non e'cosi in moltissime regioni d'Italia.

Cosa sono i Ciccioli?
Sono un prodotto alimentare ottenuto dal maiale,parliamo della parte del grasso,che viene staccata dalla cotenna e viene cucinata per parecchie ore.
Dopo la cottura si mette a riposare con aromi,quali alloro,cannella ,pepe,che gli conferiscono questo aspetto un po'affumicato.

foto da web


La parte liquida ottenuta in cottura invece e'lo strutto.

Quando si parla di Ciccioli dobbiamo scordare le calorie, in ogni tabella alimentare che un dietologo almeno una volta nella vita vi ha dato,sono al primo posto degli alimenti vietati.
Anticamente,proprio per l'alto importo calorico, rappresentavano un vero e proprio pasto nelle usanze contadine, oggi vengono usati in cucina,per arricchire pizze e focacce, alimento immancabile nella classica "Pizza Fritta Napoletana"





A Napoli sono chiamati cicoli,e dai macellai oltre che nella classica versione reperibile anche nei supermercati, si trovano anche come in foto,ovvero ulteriormente fritti nel lardo,giusto per alleggerirli un po'...
Si acquistano a peso  e si mangiano cosi, sciue'sciue', tipo pop corn!!!

Altra curiosita':da noi e'gettonissimo,nelle classiche salumerie che preparano panini al banco,trovare il panino condito con cicoli e ricotta fresca...una vera esperienza culinaria,credetemi!!!

E voi,conoscete i Ciccioli?
Come si chiamano dalle vostre parti?
E sopratutto,in quale preparazione li utilizzate??

Mirtill@


18 commenti:

  1. Dai?!!Lo sai che ci sono anche a Bologna e dintorni???? Io non li amo molto , ma i miei e il maritozzo ne vanno matti!!! Io in compenso mi porto a casa bottiglie piene di candido e puro strutto da usare in cucina!!! Buon weekend, Flavia

    RispondiElimina
  2. Io conoscevo i ciccioli ma non li ho mai assaggiati, anche xche non sono propriamente tipici della mia zona :)
    essendo comunque io una che toglie il grasso sia al prosciutto che allo speck non faccio testo :)
    baci e buon we

    RispondiElimina
  3. pane fresco con cicoli e ricotta ............ una bontà che non tutti hanno il piacere di conoscere:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  4. E' da un sacco che non li mangio piu'.... mi sa che devo venire a Napoli per ritrovare questa meraviglia culinaria. Da noi si chiamano "garazzi" e si mangiano insieme alle cime si rape fritte o nelle pizze o nel pane.
    Buoni veramente tanto

    RispondiElimina
  5. In ciociaria da me li chiamiamo cicoli, ma in Abruzzo dove ho studiato per molti anni li chiamano ciccioli,e la preparaione che più ricordo era la pizza con i ciccioli!, buonissima.
    certo...non fritti e rifritti nel lardo, ma buoni lo steso!:D

    RispondiElimina
  6. Si si nelle diete ce li possiamo scordare ma una volta agni tanto perchè non cedere! Sono buonissimi

    RispondiElimina
  7. Ne ho sempre sentito parlare, ma non li ho mai mangiati... devo provare allora!

    RispondiElimina
  8. Ne avevo sentito parlare ma non li ho mai assaggiati, grazie per le info!

    RispondiElimina
  9. Ciao, sono Martina e vorrei invitarti, se ti fa piacere, a partecipare ad una bella raccolta di menù tradizionali italiani che il sito Giallo Zafferano ha organizzato in occasione dei 150 anni della nostra madre patria.
    Trovi il regolamento qui:
    http://forum.giallozafferano.it/buon-compleanno-signora-italia/
    Naturalmente se pensi di avere già postato sul tuo blog delle ricette che ritieni adatte alla raccolta, puoi tranquillamente partecipare con queste.
    Se vuoi chiarimenti, scrivimi pure a martina.spinaci@giallozafferano.it sarò lietissima di consigliarti o guidarti passo, passo.
    Un caro saluto
    Martina

    RispondiElimina
  10. Li ho sempre sentiti nominare, ma da me qui al nord...nemmeno l'ombra!
    Ma non sono un pò pesantucci da mangiucchiare così??!

    RispondiElimina
  11. i ciccioli appena fatti.. ancora caldi.. mangiati con un po’ di sale sul pane sono meravigliosi!!!

    RispondiElimina
  12. Conosciamo molto bene i ciccioli, infatti spesso facciamo la ciambella con i ciccioli che è veramente buonissima!
    A presto!

    RispondiElimina
  13. Si li conosco...ci sono anche a bergamo e sono chiamati gratù di solito si utilizzano per fare il pane ai gratù felice weekend Luisa

    RispondiElimina
  14. pizza fritta napoletana...come mi incuriosisce!!!! Cara...vedo che sei davvero instancabile...io con i due pargoli mi ritrovo poco tempo per il mio blog :-( Ti adoro!!! Un bacio

    RispondiElimina
  15. Dalle mie parti, nel vicentino, si chiamano ciccioli. Io li ho sempre mangiati appena fatti con il pane, la prossima volta ci aggiungo pure la ricotta fresca! Ciao Gianni

    RispondiElimina
  16. io li conoscevo! mia nonna li metteva nel casatiello quello con le uova sopra!!!
    :)

    RispondiElimina
  17. Ciao carissima, qui i ciccioli non ci sono ma li trovavo a Bologna.....
    Non sono un'estimatrice, ma un assaggino ogni tanto lo faccio se capita!
    Un bacio e buon w.e

    RispondiElimina
  18. Purtroppo non li ho mai mangiati, devono essere veramente squisiti!!! Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina

Utilizzando questo sito si accettano e si autorizzano i cookies necessari +Info OK