giovedì 27 novembre 2014

Orata cotta su letto di sale con cipolle in agrodolce

Oggi vi propongo un nuovo modo di portare in tavola il classico filetto d'orata, cottura leggera e rapida,completata da un contorno che amo molto e che diventa parte integrante del piatto:le cipolle in agrodolce.

Orata cotta su letto di sale con cipolle in agrodolce


La prima cosa da preparare sono appunto le cipolle, non le classiche borretane ma la cipolla rossa.

Ingredienti:
3 cipolle rosse
aceto di vino bianco
zucchero semolato
2 filetti di orata
300 g sale grosso
erba cipollina



Procedimento:
-Tritiamo finemente le cipolle,versiamole in una padella con due cucchiai da cucina di olio evo.
-In una terrina mescoliamo 10 cucchiai di acqua con 1 cucchiaino da tè di zucchero e 2 cucchiai di aceto.
-Versiamo il nostro condimento sulle cipolle,sale,pepe e cuociamo per 15 minuti.
-Passiamo alle orate,in una padella o tegame con coperchio facciamo un letto di sale,adagiamo sopra le orate (vanno squamate prima )in modo che la polpa poggi sul sale.
-Spolveriamo con erba cipollina e sale,copriamo con coperchio e cuociamo per circa 7/10 minuti.
-Adagiamo nei piatti i filetti di orata,copriamo con le cipolle in agrodolce, un filo d'olio e buon appetito.

Mirtill@


lunedì 24 novembre 2014

Risotto mantecato al Gorgonzola piccante

Buon inizio settimana a tutti, oggi vi propongo una bella ricetta gustosa, magari uno spunto per il pranzo di oggi,chi può dirlo...
Definisco questa ricetta un pò "svuotafrigo", potete infatti realizzarla utilizzando il formaggio che più preferite o che avete a disposizione.

Risotto mantecato al Gorgonzola Piccante

 Ingredienti per 2 persone:
180 g riso, ho utilizzato la varietà Roma
200 g circa di Gorgonzola Piccante
30 g burro
1 cipollina fresca
vino bianco
salvia
brodo vegetale

 Procedimento:
-In un saltapasta o padella facciamo rosolare la cipollina tritata fina con il burro.
-Uniamo il riso e lasciamolo tostare,quindi sfumiamolo con 1 dl circa di vino bianco.
-Portiamo a cottura il riso allungando con il brodo vegetale quando occorre.
-Regoliamo di sale e pepe.
-A pochi minuti dal termine della cottura uniamo il gorgonzola tagliato a cubetti.
-A fuoco spento mantechiamo il risotto,se risulta troppo"stretto" aggiungiamo un cucchiaio di latte.
-Porzioniamo il riso,completiamo con altri cubetti di gorgonzola,salvia tritata e un filo d'olio.

Un bel piatto gustoso che non richiede grande impegno ne grande impiego di materie prime.

Mirtill@

giovedì 20 novembre 2014

Bocconcini ripieni di crema alla nocciola mantecati al Marsala Vergine Soleras

Oggi vi propongo un dolcetto, di quelli che a fine pasto ti fanno spuntare un sorriso che va da un'orecchio all'altro.
Semplice nella sua preparazione,pochi ingredienti ma buoni,al palato un gusto ed un sapore che sono certa stupirà piacevolmente anche voi.

Bocconcini ripieni di crema alla nocciola mantecati al Marsala Vergine Soleras



Ingredienti per 12 bocconcini:
12 fette pane tipo tramezzino
crema alla Nocciola
Marsala Vergine Soleras
zucchero di canna
80 b burro
latte q.b


Procedimento:
-Aiutandoci con un coppapasta o un bicchiere,otteniamo dalle fette di pane tramezzino dei cerchi.
-Spennelliamo i nostri cechi di pane con del latte freddo.
-Su ogni cerchio versiamo una cucchiaiata di crema alla nocciola.
-Richiudiamo i cerchi di pasta,chiudendoli nel basso e dando la classica forma di polpettina schiacciata.
-Versiamo in una coppeta il Marsala Vergine Soleras, immergiamo appena i nostri bocconcini nel Marsala.
-In una padella facciamo fondere il burro,uniamo lo zucchero di canna ed il restante Marsala,lasciamo evaporare l'alcol per pochi minuti.
-Uniamo i nostri bocconcini e lasciamoli caramellare appena.

 Gustiamo caldi,ed accompagniamoli al delizioso Marsala utilizzato nella preparazione.
Il Marsala Vergine Soleras Riserva ,meraviglioso vino del 1990,è prodotto e distribuito da Rallo.
L'estremo gusto ovviamente richiede che di Marsala in ricetta ne usiate poco,per il grande e penetrante sapore che quest'ultimo detiene.


Con questi Bocconcini ripieni di crema alla nocciola mantecati al Marsala Vergine Soleras partecipo al Contest Rallo "Con Rallo tra le Stelle On line"

Mirtill@

mercoledì 19 novembre 2014

Fasuoli e Cruzzitieddi

Nuovo appuntamento mensile con le Ricette Regionali,tema di questo mese :San Martino,Castagne e Vino;ovviamente ricette della tradizione regionale.
Io ho scelto di portare in tavola le castagne.
Spulciando nei vari libri di cucina siciliana, ho trovato questa ricetta semplice e molto rustica,una vera scoperta al palato,molto gradevole devo ammettere.
Una ricetta povera,al palato si sentono tutti gli ingredienti e si fa un salto nel passato,marito docet.

Fasuoli e Cruzzitieddi


Ingredienti:
200 g fagioli Borlotti
200 g pasta
200 g castagne secche
olio evo
rosmarino
aglio
sale e pepe q.b


 Procedimento:
-Ho utilizzato dei fagioli in scatola,quindi non ho avuto bisogno di tenerli a bagno una notte.
-In una pentola versiamo l'aglio tritato con olio,uniamo i fagioli e le castagne,alcune intere altre tritate.
-Regoliamo di sale e pepe,un filo di olio e rosmarino.
-Cuociamo per una ventina di minuti,quindi uniamo la pasta,allungando con acqua calda se necessario.

Questo mese le ricette della Cucina Regionale sono davvero tante,non vorrete mica perdervele?
Cucina del Friuli Venezia Giulia di Stefania
Cucina della Lombardia di Carla

Cucina della Toscana di Ilenia
Cucina del Piemonte di Artù
Cucina del Lazio di Silvia
Cucinadella Basilicata di Nanà

Cucina della Calabria di Giovanna
Cucina della Campania di Paola



Mirtill@

lunedì 17 novembre 2014

Pappardelle con pesto home made di Pomodoro secco,acciuga e capperi


Buon inizio settimana a tutti, cominciamo con un classico primo piatto, gustoso e credetemi velocissimo da preparare,una di quelle ricette "furbette"che tanto amo e che spesso mi richiedete.
Per intenderci,il pesto che useremo per condire la pasta lo preparate appena mettete su l'acqua per la pasta...più rapido di cosi!!

Pappardelle con pesto home made di pomodoro secco,acciughe e capperi



 Ingredienti:
250 g Pappardelle,potete ovviamente scegliere ulteriore formato di pasta
10/12 pomodori secchi
30 g capperi dissalati
5 acciughe
olio evo
sale e pepe q.b


Procedimento:
-Il primo passo è quello di portare a bollore l'acqua per la pasta.
-In un mixer versiamo i pomodori tritati, i capperi dissalati e i filetti di acciuga,regoliamo con pepe ed aggiungiamo 3 cucchiai di olio.
-Passiamo al mixer, se il pesto risulta troppo"stretto"aggiungiamo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
-Lessiamo la pasta,condiamola con il pesto preparato,una spolverata di pistacchio tritato ed una bell'aggiunta di ricotta salata grattugiata

Mirtill@

mercoledì 12 novembre 2014

Biscotti di San Martino, dalla tradizione siciliana..anche se in ritardo

 Ieri era San Martino, di "estatina"qui a Palermo nemmeno l'ombra,ci siamo consolati con le tradizioni culinarie e con la prima poesia dedicata a San Martino che il piccolo Lele ci ha ampiamente regalato ieri.
Qui a Palermo,per San Martino,è tradizione consumare i Sanmartinelli, meglio noti come Biscotti di San Martino.

         Biscotti di San Martino


Ingredienti per circa 20 biscotti:
400 g farina 00
30 g semi di finocchio
120 g zucchero
60 g burro
cannella
1 bustina di lievito per dolci


Procedimento:
-In una terrina lavoriamo la farina con il burro,uniamo lo zucchero,semi di finocchio,un cucchiaino di tè di cannella ed il lievito.
-Versiamo un dl circa di acqua e lavoriamo ben bene l'impasto.
-La pasta deve essere ben soda,non morbida.
-Tagliamo la pasta a pezzetti,stendiamola ottenendo dei cilindri che poi ripieghiamo avvolgendoli a spirale.
-In forno a 180°per 10 minuti

I biscotti non devono essere morbidi,al contrario,ben croccanti.

Nelle pasticcerie e panifici palermitani questi biscotti si trovano anche decorati e farciti,proprio in occasione di San Martino,magari glassati al limone e decorati con confettini diavolina e cioccolattini.

Ovviamente il Biscotti di San Martino,vista la consistenza bella corposa, si gusta intinto nel Passito di Pantelliria o nello Zibibbo.

Mirtill@