sabato 16 aprile 2011

Il Cannolo,ma come e'nato?

La scorsa sera avevo ospiti a cena, hanno portato dei dolcetti tra cui i cannoli mignon..ho notato che di tutti i dolcetti si conosceva il nome e le origini,ma del cannolo..nn e'che si avesse tutta questa certezza eh!
Quindi mi sono documentata,ed ecco cosa ne e'venuto fuori!
La parola Cannolo deriva dal latino,"canna"-Arando Donax-inteso come rubinetto e si"dice"che sia nato in un monastero palermitano.
Il nome di questo dolce potrebbe anche esser nato per la "canna"intesa come cilindro che si utilizza per dare forma alle cialde, la famosa"scorcia", nel cui impasto si aggiunge del Marsala,uovo, zucchero ed una punta di cacao per
ottenere l'effetto scuro del cannolo.
Le"scorze"vanno fritte, in abbondante olio di oliva o addirittura suna,e solo una volta cotte vanno staccate dalla"canna"che le ha dato forma.
Ovviamente un cannolo per essere buono deve essere farcito con un'ottima ricotta, per essere eccezzionale va farcito  con ricotta di pecora,mescolata con zucchero a velo ed un pizzico di cannella,volendo si possono aggiungere dadini
di canditi e cioccolato tritato.
A Napoli i cannoli vengono farciti da un lato con ricotta, dall'altro sempre con ricotta a cui si aggiunge del cacao amaro.
La decorazione e'un po'simile ovunque,scorzetta d'arancia e dell'impalpabilissimo zucchero a velo.



Questo enorme cannolo nn e'preparato da me ma fotografato in giro per la citta, e'un cannolo ripieno di gelato alla vaniglia e decorato con smarties



Questa e'per somma capi la descrizione della nascita e preparazione del cannolo;in rete pero'sono incappata in altre ipotesi,io ve le illustro tutte,a voi poi l'ardua sentenza...
Il cannolo ricorda un cilindro,ed il cilindro e'la rappresentazione della forma fallica per eccellenza,prendendo un po'spunto dai falli pompeiani si puo'attribuire al cannolo una concezione di fecondita'e rinascita,o un ottimo
mezzo per allontare i malocchi.
Questa spiegazione secondo me non va per nulla sottovalutata,in alcune poesie del 600'Palermitano,un sacerdote definiva il cannolo"scettru d'ogni re e virga di Mose'".


Altra fonte invece sostiene che la nascita del cannolo sia avvenuta nell'attuale Caltanissetta,all'epoca dei saraceni chiamata l’antica “Kalt El Nissa”, “Castello delle donne”, sede di numerosi harem saraceni. 
A quanto pare le favorite dell'emiro ingannavano il tempo dedicandosi all'arte culinaria,ed e'cosi nato il cannolo,da mani arabe.
Una volta terminata la dominazione araba le donne del posto sono entrate in convento e riprodotto alcune ricette preparate per gli Emiri.


Le fonti sono,a mio dire,altrettando attendibili,sta di fatto che il cannolo e'una gran bella invenzione!

fonti http://www.palermoweb.com-http://www.cannoliandfriends.it

Mirtill@

10 commenti:

  1. da palermitana non mi sono mai chiesta le origini, grazie.....

    RispondiElimina
  2. Grazie per questa informazione.

    RispondiElimina
  3. una dolce invenzione direi!!!buona serata

    RispondiElimina
  4. ottima lettura! grazie per queste info.. solo che ora ho l'acquolina in bocca!! ciaooo

    RispondiElimina
  5. Hai perfettamente ragione, il cannolo è davvero una bella invenzione!!!!
    Ciaooo

    RispondiElimina
  6. Posso dire che li adoro? Qui a Napoli ne compro al porto certi che vengono direttamente da Palermo e sono squisiti,....figuriamoci mangiati li in loco, devono essere da urlo!!!

    RispondiElimina
  7. non potevo non venirti a dire che è uno dei miei dolci preferiti!
    buon weekend ^_________^

    RispondiElimina
  8. i Cannoli sono senza dubbio i miei dolci siciliani preferiti. Adoro quelli con la cialda senza cioccolato e con la crema alla ricotta coperta all'esterno con la granella di pistacchio. Duvuniiii!!

    RispondiElimina
  9. CHE BEL POST! proprio ieri ho comprato i dilindri di metallo per fare i cannoli, devo provarli quanto prima! un bacione! :)

    RispondiElimina
  10. Come è nato non lo so, ho letto, ma di certo so dove andare a mangiarne degli ottimi quando vado a Palermo...A Piana degli Albanesi e fatti in casa...una goduria unica...ciao.

    RispondiElimina

Utilizzando questo sito si accettano e si autorizzano i cookies necessari +Info OK