giovedì 17 febbraio 2011

Carciofi olive e capperi

Questa e'un po'una ricetta di famiglia,nulla di particolare,ma e'il primo modo in cui ho imparato a cucinare i carciofi.
A Napoli abbiamo dei carciofi meravigliosi, si chiamano mammarelle, sono belli tondi e senza spine, qui a Palermo invece la varieta'di carciofi e'diversa,sono piu'piccoli,con parecchie foglie dure e spinose e sopratutto,cosa che odio...pieni di barba!!!!

Da Auchan ho pero'trovato delle mammarelle,non grandi come quelle di casa,ma passabili, ne ho prese un po' e le ho cucinate in svariati modi (sono 3 gg che mangiamo carciofi...)tra cui...


                                   Carciofi olive e capperi


ingredienti
6 carciofi
aglio
100 g olive nere
80 g capperi (ho utilizzato i buonissimi capperi di Belice Pregiati Sapori)
olio evo
sale e pepe q.b


-Puliamo i carciofi e tagliamoli a spicchi, quindi mettiamoli in un tegame con uno spicchio d'aglio tritato ed olio.
-Lasciamo rosolare,a tegame coperto,in modo che i carciofi si disfino e perdano la loro acqua.
-A meta'cottura aggiungiamo i capperi precedentemente sciacquati per eliminare il sale in eccesso, e le olive.
-Se la cottura lo richiede, aggiungiamo un po'di acqua.
-Per la cottura occorrono una trentina di minuti.


Deliziosi!!!


Mirtill@

25 commenti:

  1. Non amo molto i carciofi, il tuo contorno sembra molto invitante....bacio.

    RispondiElimina
  2. anche qui in Veneto i carciofi sono pieni di foglie dure, e di barba... peccato! perchè ora che si puliscono, resta poco da mangiare! w le mammarelle! :-)

    RispondiElimina
  3. Mi piacicono molto i carciofi! ottimi così.. semplici .-) bacioni buona giornata .-D

    RispondiElimina
  4. una ricetta davvero interessante!!! In effetti hai ragione le mammarelle napoletane sono di quanto meglio si possa tzrovare!!! Peccato che il loro periodo sia troppo breve

    RispondiElimina
  5. Ottimi, semplicemente deliziosi, ciao.

    RispondiElimina
  6. Tenuto conto che gli ingredienti mi piacciono tutti, ho idea che questo sarà sicuramente il prossimo modo in cui cucinerò i carciofi... grazie!

    RispondiElimina
  7. Una ricetta semplice ma gustosissima!! Bravissima cara! Un bacione.

    RispondiElimina
  8. Sono ottimi, anche noi li facciamo allo stesso modo!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  9. Un perfetto abbinamento, per un contorno gustoso, brava Mirtilla!!!!

    RispondiElimina
  10. amo i carciofi, in tutti i modi
    quelli con le spine li faccio cuocere a vapore e poi mangio foglia a foglia... fanno benissimo.

    RispondiElimina
  11. che invitante!!!!!!!deve essere squisito!!complimenti!

    RispondiElimina
  12. ma lo sai che mia nonna li cucinava proprio cosi! :) Mamma che erano buoni...da provare!
    Baci a presto!

    RispondiElimina
  13. Mai provato questo abbinamento, ma dev'essere davvero favoloso!
    Un bacione

    RispondiElimina
  14. buoni i carciofi!!!! li mangio in tutti i modi! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  15. Un abbinamento molto interessante, complimenti. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  16. Soffro di astinenza da carciofi ....mi provocano coliche renali...cose che capitano quando si è vecchi!!!!Un bacio!

    RispondiElimina
  17. mi piacciono i carciofi, annoto la ricetta;)

    RispondiElimina
  18. non avevo mai pensato di cucinarli in questo modo.. al massimo li faccio con le patate. Mi hai dato proprio una bella idea...

    RispondiElimina
  19. Non li ho mai cucinati così e me li immagino davvero sfiziosi !

    RispondiElimina
  20. I carciofi li adoro in qualsiasi modo, pinzimonio, insalata, cotti... Mai provati preparati cosi, ma li farò sicuramente, buonissimi!

    RispondiElimina
  21. Ciao buoni questi carciofi, tra l'altro sono sempre alla ricerca di nuovi modi per prepararli!

    RispondiElimina
  22. Ho i carciofi sul fuoco proprio in questo momento! ;-)

    RispondiElimina
  23. ho mangiato per la prima volta i carciofi,un sapore davvero unico che ho scoperto solo ora all'età di 80 anni.grazie per avermeli fatti conoscere
    prima di morire

    RispondiElimina
  24. grazie per avermi fatto conoscere questa prelibatezza all'età di 80 anni

    RispondiElimina

Utilizzando questo sito si accettano e si autorizzano i cookies necessari +Info OK