lunedì 1 novembre 2010

La festa di Ognissanti ed i Morti a Palermo

Paese che vai usanze che trovi, ed a Palermo, nella notte tra il 1 e 2 Novembre,tradizione vuole che gli spiriti,le anime dei nostri morti tornino tra noi per festeggiare assieme.
In citta'spuntano come funghi Fiere e bancarelle stracolme di giocattoli e dolciumi,infatti si narra che se i bambini sono stati buoni i morti gli porteranno dolcetti e giocattoli, se invece sono stati cattivi solo carbone e con le mamme si nascondono le grattuggie che sono presenti in casa altrimenti i morti vanno a "grattuggiare"i piedi ai bambini.

Ovviamente anche la tradizione culinaria e'ricca, solo in questo periodo possiamo trovare "i Pupi di zucchero",bambole completamente in zucchero che si ispiravano ai paladini francesi,oggigiorno invece hanno tutte le forme e misure possibili ed immaginabili!!
Altra delizia e' la "Frutta Martorana",le varie forme per questo tipo di dolcetto si possono ottenere usando stampi in plastica o in gesso smaltato,ma se optate per forme semplici ed armate di buona manualita, possiamo provare a farle senza stampini.


Ecco la ricetta:
500 gr di zucchero a velo
500 gr. di farina di mandorle (acquistabile anche nei supermercati)
2 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di glucosio
1 fialetta di aroma di mandorle
Stampi a forma di frutta
Colori vegetali a scelta
Lucidante alimentare
-Impastiamo il tutto con il frullatore o con le mani, fin quando il composto non 
diventa omogeneo e sodo. 
-Mettiamo il composto nelle formine, estraiamolo e lasciamolo ad asciugare per un paio di giorni. 
-Quando sarà asciutto, possiamo colorarlo con i colori vegetali che abbiamo scelto. 
-Lasciamoli asciugare il colore per 1 giorno  e spennelliamo i vostri fruttini con il lucidante alimentare.


Mirtill@

21 commenti:

  1. Divertente fare la frutta martorana!

    RispondiElimina
  2. ...eh già! Paese che vai....usanza che trovi!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Non conoscevamo questa tradizione ma il bello della cucina è anche questo...
    Buona settimana da i viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  4. mai fatta la Frutta Martorana e devo dire che è una di quelle cose che mi ha sempre incuriosito moltissimo...
    grazie mille per la ricetta, sarebbe bello provare!
    baci e buon 1° Novembre.

    RispondiElimina
  5. Noi non siamo siciliane ma alla frutta martonara non sappiamo proprio resistere....anche se siamo amanti del salato, il doce di queste preparazioni ci piace davvero troppo!
    Riuscire a creare questo dolcetti in casa sarebbe una piacevole tentazione!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  7. gnam gnam che bontà! un bacione

    RispondiElimina
  8. Grazie per la ricetta della frutta martorana..proverò a farla...partendo dalle mandorle da sbucciare!!!!Ciao

    RispondiElimina
  9. Sono sempre stata incuriosita dalla frutta Martorana e chissà se prima o poi non mi decida a prepararla...soprattutto ora che ho la tua ricetta ^_^ Nel frattempo propongo uno scambio con il torrone dei morti ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Mai fatta, ma con questa splendida ricetta recupererò!!! Grazie cara della dritta, un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  11. e si ogn'uno ha le sue tradizioni, rcordo che da piccola veniva a trovarci una zia che abitava proprio alla punta dello stivale, vicino quindi alla sicilia e ci portava dei biscotti detti appunto dei morti, io non li mangiavo, la cosa non mi ispirava molto, ora pero' le cose sono cambiate e questi dolcetti sono troppo invitanti :)

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  12. ciao Mirtilla
    eccomi sopo secoli...
    la frutta martorana sembra deliziosa... mi piacerebbe assaggiarla...

    ^_____________^

    RispondiElimina
  13. Ciao Mirtilla, grazie mille per essere passata a trovarci...e tanti complimenti per il blog...delle ricette gustosissime! A presto!
    Veronica

    RispondiElimina
  14. Questa frutta mi piace molto mangiarla..non l'ho mai preparata personalmente :) grazie per la ricetta !

    RispondiElimina
  15. Non l'ho mai fatta, grazie alla tua ricetta ci voglio provare ancch'io. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  16. ciao non so mai se sono più buoni o più belli!!!grazie per la ricettina

    RispondiElimina
  17. Non amo molto la pasta di mandorle ma questi fruttini mi mettono molta allegria!!Bacio

    RispondiElimina
  18. grazie mille a tutte ragazze, sono felice di avervi incuriosito ed ingolosito con la tradizione palermitana per la festa dei morti :)

    RispondiElimina
  19. bellissimi i tuoi fruttini..brava.

    RispondiElimina

Utilizzando questo sito si accettano e si autorizzano i cookies necessari +Info OK